18 ottobre 2015

Motif FAQ

 

Di seguito viene riportata una selezione di domande e le loro risposte in materia di sintetizzatori Yamaha date dal team di supporto di Yamaha Europe.

 

Su richiesta di molti lettori, questo articolo contiene le domande più importanti tratte dalle MOTIF News Guide.

Dal momento che la MOTIF News Guide è ora pubblicata in due lingue (tedesco e inglese), essa ha acquisito un gran numero di nuovi lettori che purtroppo hanno perso le FAQ pubblicate in precedenza. In questo modo tutti i lettori di vecchia data potranno fare una veloce panoramica.

 

MOTIF XF, XS, MOTIF ES, MO, S90 ES: Usare il controllo a pedale (FC1) per le singole Part

Domanda

Vorrei utilizzare il controller a pedale collegato a FC1 per controllare il volume di una sola singola
Part del modo Mixing. Disattivando FC1 via RCV SW non funziona.

Risposta

RCV SW viene utilizzato per “filtrare” determinati controller per ogni Part di una Performance o di un Mixing. Nel caso del controllo di volume bisogna disattivare rispettivamente “Vol” (MOTIF ES / S90 ES / MO) “Volume/Expression” (MOTIF XS-XF) invece di “FC1”. Questa operazione disattiva il numero di controller che viene prodotto da FC1: #011 Expression. L’etichetta “Vol” (MOTIF ES / S90 ES / MO) si applica anche ad Expression

 

MOTIF XF, XS, MOTIF ES, MO, S90 ES: Hybrid Live Performances

Domanda

Sul forum ho sentito parlare di “Hybrid Live Performances” usate da alcuni musicisti. Che cosa significa esattamente?

Risposta

Questo termine si è evoluto all'interno della discussione. Significa Performance complesse create all’interno del modo Song o Pattern Mixing.

Diversamente dal modo Performance, la Hybrid Live Performance è composta da (massimo – ndt) 16 Part. In una Hybrid Live Performance le necessarie Part sono impostate sullo stesso canale MIDI di ricezione. Questo viene effettuato in Mixing Edit – Track Select – F1 VOICE – SF2 MODE – ReceiveCh... (MOTIF XF-XS = F1 Voice – SF1 Voice – Receive Channel...).

Come viene descritto nell’esempio seguente, si possono combinare più di una Performance all’interno di uno stesso Mixing. Le Performance vengono selezionate tramite i pulsanti Track Select 1 – 3.

Performance 1 (5 Part / 5 Voices)

Part 1 = Receive-Channel 1

Part 4 = Receive-Channel 1

Part 5 = Receive-Channel 1

Part 6 = Receive-Channel 1

Part 7 = Receive-Channel 1

Performance 1 (5 Part / 5 Voices)

Part 2 = Receive-Channel 2

Part 8 = Receive-Channel 2

Part 9 = Receive-Channel 2

Part 10 = Receive-Channel 2

Part 11 = Receive-Channel 2

Performance 3 (5 Parts / 6 Voices)

Part 3 = Receive-Channel 3

Part 12 = Receive-Channel 3

Part 13 = Receive-Channel 3

Part 14 = Receive-Channel 3

Part 15 = Receive-Channel 3

Part 16 = Receive-Channel 3

 

Ora, la prima Performance può essere suonata non appena il Pattern o la Song sono pronte nel Motif.

La seconda Performance può essere suonata quando viene premuto il pulsante Track Select 2.

La terza Performance può essere suonata quando viene premuto il pulsante Track Select 3.

 

Le Performance possono essere suonate anche da una tastiera esterna che invia dati sui corrispondenti canali MIDI di trasmissione. Entrambi i casi sono possibili: la Performance 1 viene suonata dalla tastiera del Motif mentre la Performance 2 da una tastiera esterna che invia dati sul canale MIDI 2.

 

MOTIF XF, XS: Alternare AF1 + AF2 con I controller

Domanda

È possibile sul MOTIF XF-XS controllare la funzionalità del pulsanti AF1 e AF2 con un controllore come un interruttore a pedale?

Risposta

I pulsanti AF possono essere controllati tramite i controller come la rotella di modulazione (MW), l’interruttore a pedale (FS), il controller a pedale (FC), o qualsiasi altro evento di controllo MIDI.

Per il modo Voice questa assegnazione del controller per AF1 + AF2 viene fatta globalmente in UTILIY – F3 VOICE – SF3 Control.

Per il modo Performance, Song e Pattern Mixing, l’assegnazione viene fatta individualmente per ogni Performance, Song o Pattern (EDIT – COMMON – F3 – Ctrl Asgn).

Ma è necessario che la Voice o almeno una Voice di una Performance stia effettivamente utilizzando il “XA Control” (tutti AF off, AF1 on, AF2 on).

 

MOTIF XF, XS, MOTIF ES: Assegnazione dell’uscita per la traccia di click tramite messaggio di sys-ex

Domanda

Sul Motif vorrei fare uscire la traccia di click attraverso l’Assignable Out L&R - e voglio assegnare questo percorso tramite eventi di SysEx. Qual è la corretta stringa di SysEx?

Risposta

In Motif XF la stringa di sys-ex è F0 43 10 7F 12 37 pp 1F dd F7

In Motif XS la stringa di sys-ex è F0 43 10 7F 03 37 pp 1F dd F7

In Motif ES la stringa di sys-ex è F0 43 10 7F 00 37 pp 1E dd F7

 

I valori pp e dd indicano rispettivamente il numero della Part, che deve essere impostato e corrispondente alla Part che viene usata per riprodurre la traccia di click, il valore corrispondente all’uscita assegnabile scelta.

Ad esempio pp=00 se viene scelta la Part 1, pp=01 se viene scelta la Part 2, pp=03 se viene scelta la Part 3 ecc.

 

Il secondo last data byte, pp, seleziona:

L’uscita “L&R” se è pari a 00

L’uscita “asnL&R” se è pari a 08

L’uscita “asL” se è pari a 40

L’uscita “asR” se è pari a 41

 

MOTIF XF, XS: Funzioni XA-Control multiple per un Element

Domanda

È possibile disattivare un Elemento di una Voice utilizzando il pulsante AF (tutti i pulsanti AF su OFF), anche quando già è un “Key Off Sound”?

Risposta

Non è possibile assegnare più di una funzione allo XA-Control di un Element. Ma è possibile utilizzare la funzione “CtrlSet” (F4 COMMON EDIT) per disattivate un Element, sebbene questo Element disattivato continuerà ad utilizzare una voce della polifonia disponibile. Dal momento che è stato pensato per una condizione di Key Off (rumore di rilascio del tasto) questo non dovrebbe rappresentare un problema.

In uno dei Control Set impostare “A. Func 1 (86)” oppure “A. Func 2 (87)” come Source (sorgente - ndt) e “E-level” come Destination (destinazione – ndt) e selezionare un valore di Depth pari a circa – 32.

Ora l’Element non si sentirà più quando viene premuto il corrispondente pulsante AF.

 

MOTIF XF, XS, MOTIF ES: USB/MLan di Motif XF/XS /ES come interfaccia MIDI

Domanda

Vorrei collegare una tastiera esterna al mio computer usando il MOTIF come interfaccia MIDI. Come funziona?

Risposta

Le porte MIDI IN e MIDI OUT di Motif XF, XS e ES funzionano come un’interfaccia MIDI per un computer collegato via USB. Tutto quello che bisogna fare è assicurarsi che vengano scelte le corrette assegnazioni per le porta USB.

La connessione alla porta MIDI IN funziona anche se non viene documentata nel manuale.

Nel Motif ES utilizzare UTILITY - F5 MIDI - SF4 OTHER per impostare la porta MIDI THRU (il valore iniziale è Port 1).

Questo è il numero della porta che il computer deve utilizzare per controllare i generatori di suono esterni che sono collegati alla porta MIDI OUT del Motif ES.

Così se la porta MIDI THRU è stata impostata su 4, la traccia della DAW o del sequencer dovrà essere impostata per inviare i dati sulla porta USB 4 in modo da essere in grado di controllare il generatore sonoro ad essa connesso.

Viceversa, gli eventi di una tastiera estenra connessa alla porta MIDI IN del Motif ES vengono inviati al computer/DAW/sequencer attraverso la Port 1. Da qui possono essere trasmessi a Motif ES attraverso la Port 1 o Port 4 al generatore di suono esterno.

Così Motif ES diventa una perfetta interfaccia (mLAN) USB MIDI in entrambe le direzioni.

Nel Motif XF/XS è leggermente diverso. In questo caso la porta MIDI THRU non può cambiare il suo ruolo predefinito, è fissata come Port 3. Diversamente da Motif ES, questo vale anche per gli eventi ricevuti da una tastiera esterna collegata alla porta MIDI IN che vengono inviati al computer attraverso la Port 3.

Quindi, fondamentalmente funziona allo stesso modo del MOTIF ES con due differenze principali:

·         La porta THRU è fissata sulla Port 3

·         Gli eventi in ingresso alla porta MIDI IN vengono inviati tramite la Port 3 (invece della Port 1, come avviene nel Motif ES)

Così, bisogna fare alcune riflessioni circa in merito alle impostazioni della Port nel software di sequencer.

 

Ad esempio: un MO6 è collegato alla porta MIDI IN di un Motif XS. Il MO6 deve essere usato per registrare una sequenza che dovrà essere riprodotta al MO6 stesso. Il MO6 è stato impostato su LOCAL OFF ed è connesso anche alla porta MIDI OUT del Motif XS. A questo punto la traccia del sequencer deve essere impostata per ricevere dati ed inviare dati sulla Port 3.

 

MOTIF XF, XS: Files di autoload su due diversi supporti di memoria USB

Domanda

Faccio uso della funzione Autoload per caricare automaticamente nella RAM i campioni da una chiavetta USB. Se copio il corrispondente file su un’altra chiavetta USB (come copia di sicurezza-backup) il Motif XS non riesce più a caricarlo automaticamente – bisogna riassegnarlo in modo UTILITY come file di Autoload.

C’è una soluzione per fare in modo che il file venga riconosciuto su altre chiavette USB e così venga caricato automaticamente?

Risposta

Sì, è possibile, basta che entrambi i supporti di memoria USB abbiano lo stesso nome. Il nome fa parte del percorso del file che è memorizzato nelle impostazioni di UTILITY. Ricordarsi di confermare tali impostazioni premendo il tasto STORE.

 

MOTIF XF, XS, MOTIF ES: Cambiare I programmi MASTER tramite interruttore a pedale

Domanda

Com’è possibile utilizzare l’interruttore a pedale per cambiare i programmi MASTER su un Motif XS?

Risposta

È possibile ma ci sono diverse impostazioni da fare.

Per prima cosa all’interno del modo Voice bisogna impostare questo parametro globale:

UTILITY - F3 VOICE - SF3 Control – Foot Switch Control No. = “98 (PC INC)”.

Poi bisogna modificare tutte le Performance, Pattern e Song che si desiderano utilizzare con I programmi MASTER ed impostare questo parametro:

EDIT – COMMON – F3 Ctrl Asgn – Foot Switch Control No. = “98 (PC INC)”.

Così, se si desidera usare programmi MASTER 1 – 32 per un concerto dal vivo ed usare l’interruttore a pedale per passare dall’uno all’altro, bisogna controllare quali Performance, Pattern e Song sono associate ai programmi MASTER (EDIT – COMMON – F2 OTHER).

Poi in ciascuna di esse si deve inserire manualmente l'impostazione di cui sopra

 

MOTIF XF, XS: Sincronizzazione di Apple Logic e Motif XS

Domanda

Desidero che Motif riceva le informazioni di tempo da Logic. Com’è possibile farlo?

Risposta

Le impostazioni della song di Logic devono essere le seguenti:

MIDI – Send MIDI Clock

Destination: impostato sulla MIDI Port di Motif XS

Sul Motif XS bisogna effettuare le seguenti impostazioni:

UTILITY - F5 Control - MIDI Sync = MIDI

A seguito di ciò, l’Arpeggio Tempo rispettivamente della Song/Pattern si sincronizzerà al MIDI. Ora Motif XS elabora gli eventi di clock MIDI inviati da Logic.

 

MOTIF ES, MO: Avvio ed arresto dell’Arpeggio tramite controller MIDI

Domanda

Vorrei usare un interruttore a pedale per avviare/arrestare l’arpeggiatore. Quale valore di controller è assegnato all’Arpeggio Switch?

Risposta

È il numero di controller #090.

Un valore di 0 – 63 avvia l’arpeggiatore

Un valore di 64 – 120 arresta l’arpeggiatore

 

MOTIF XF, XS: Suoni cancellati dopo un aggiornamento del firmware

Domanda

Ho aggiornato il firmware del Motif XS. A seguito di questo sono state cancellate le Performance ed i Master. Come posso ripristinarli?

Risposta

È possibile ripristinare le tibriche di fabbrica eseguendo un Factory Set (UTILITY - JOB - ENTER). Tuttavia le Voice, Performance, Song e Pattern ecc. personali dovrebbero essere memorizzate su un supporto USB (File -> Save -> ALL) cosicché possano essere ricaricati da quest’ultimo.

 

MOTIF ES, MO, S90 ES: Impostazioni della Phrase Voice in modo Pattern

Domanda

In modo Pattern ho riscontrato alcuni problemi con le impostazioni del Mixing. Questi si modificano senza che lo voglia. Ad esempio una Voice di Pianoforte viene assegnata alle Part del Mixing.

Risposta

Questo potrebbe essere il risultato dell’impostazione della “Phrase Voice”. Quando si registra una nuova Phrase una determinata Voice può essere assegnata a quella Phrase nel modo Record Standby tramite VOICE (F2). Il valore di impostazione predefinita è la Voice PRE1:001 (AP: Full Grand). Questa impostazione entra in gioco anche quando si caricano i files MIDI all’interno delle Pattern Sections. Se si desidera utilizzare le impostazioni della Voice derivate dal Mixing (F3 – VOICE and BANK) il parametro “Phrase Voice” (F3 TRACK / SF3 TR VCE) deve essere posto su “OFF” per le corrispondenti Pattern Tracks (tracce del pattern – ndt). È possibile cambiare la Phrase Voice anche dal modo Record Standby.

 

MOTIF ES, MO, S90 ES: Strani ritardi dopo la conversion dei Pattern in Song

Domanda

Dopo aver convertito un Pattern da CHAIN EDIT in una Song, adesso all’inizio di ogni battuta della Song la riproduzione è inspiegabilmente ritardata.

Risposta

Se il parametro “Phrase Voice” (F3 TRACK / SF3 TR VCE) era stato impostato su “on” prima che avvenisse la conversione in una Song, tale funzione inserisce degli eventi di program change nelle Tracks della Song in esatta corrispondenza delle prime note della Phrase. Questi program change potrebbero causare i sopradescritti ritardi nella riproduzione. Di conseguenza bisognerà cancellare manualmente quegli eventi di program change dopo aver riprodotto una volta la Song. Le impostazioni della Voice vengono in ogni caso registrate nel Song Mixing.

 

MOTIF XF, XS + mLan 16e II: Registrare l’uscita audio del PC tramite mLAN

Domanda

Desidero utilizzare la funzione Integrated Sampling del Motif XS per registrare tramite mLAN il segnale audio di un software che si trova sul PC. Ho impostato il software perché utilizzi “YAMAHA mLAN” come dispositivo di uscita, ma Motif XS non riceve alcun segnale.

Risposta

Nel suo modo Integrated Sampling Motif XS è in grado di registrare i segnali audio provenienti dalle uscite 3 e 4 della mLAN. (vedere il manuale, pagina 164 Sampling Setup - Input Source).

Se il software non è in grado di determinare quali uscite utilizzare della mLAN ed invece utilizza di impostazione predefinita le uscite 1+2, si può usare la Graphical Patchbay(patchbay grafica – ndt) per impostare le connessioni corrette. Bisogna effettuare le seguenti impostazioni:

·         PC output 1 - Motif input 3

·         PC output 2 - Motif input 4

·         Motif output 1 - PC input 1

·         Motif output 2 - PC input 2

 

MOTIF XF, XS + mLan 16e II: “Direct Monitor” - Monitoraggio diretto tramite mLAN

Domanda

È possibile usare la connessione mLAN per registrare il segnale audio di un software mentre Cubase sta funzionando sul medesimo PC?

Risposta

Il segnale audio del PC viene inviato e ricevuto dal Motif XS attraverso le uscite 3+4 della mLAN (vedere il manuale, pagina 164 Sampling Setup - Input Source).

È possibile reinviare il segnale audio al PC impostando UTILITY - I/O - mLAN Monitor Setup su “with PC (DirectMonitor)”.

Ora Cubase può registrare questo segnale audio dagli ingressi 1+2 della mLAN.

 

MOTIF XS RACK: Controllare MOTIF-RACK XS con KX8 usando connessioni USB separate

Domanda

Vorrei controllare MOTIF-RACK XS con KX8 attraverso l’Editor per MOTIF-RACK XS.

MOTIF-RACK XS e KX8 sono entrambi connessi al PC tramite USB. Sono state attivare le Port corrispondenti nel software Studio Manager (MOTIF-RACK XS = Ports 1 + 4, KX8 = Port 1). Il software di Editor riceve gli eventi MIDI dalla KX8 (la tastiera virtuale indica quali tasti vengono premuti), ma gli eventi non vengono inviati al MOTIF-RACK XS. Tuttavia se si fa click sulla tastiera virtuale è possibile far suonare MOTIF-RACK XS.

Risposta

In aggiunta all’attivazione delle Port nello Studio Manager bisogna configurare anche il MIDI THRU. Questa funzione fa transitare gli eventi MIDI dalla KX8 al MOTIF-RACK XS.

Attivare “MIDI THRU” e scegliere la seguente connessione: YAMAHA KX1 → YAMAHA MOTIF-R XS1

 

MOTIF XF, XS: Controllare con gli sliders le Part in layer di un Mixing

Domanda

Utilizzo il modo Mixing per le esibizioni dal vivo, impostando più Part sullo stesso Receive Channel (canale di ricezione MIDI – ndt). Ora vorrei controllare le singole Part attraverso gli Slider ma non funziona.

Risposta

Le Part che sono state impostate sullo stesso Receive Channel possono essere controllate solamente in blocco dai Contro Slider (slider di controllo – ndt).

Tuttavia le Part possono essere controllate individualmente nel Mixing (MIXING - F1 VOL/PAN) facendo uso del data dial (controllo rotativo – ndt). Ma se si usano gli slider le impostazioni individuali verranno sostituite dal valore dello slider. Quindi se si vogliono veramente utilizzare li slider per controllare il volume delle Part in layer, bisognerà utilizzare il modo Master ed impostare gli slider affinché controllino le Part del Mixing.

Per prima cosa in modo Mixing bisogna impostare le Part su Receive Channel (canal di ricezione – ndt) individuali (Part 1 – 4 = CH. 1 – 4) , esse non devono usare lo stesso canale MIDI (come impostato in precedenza).

In modo Master impostare il parametro “Zone Switch” su “on” (EDIT – Other) e “Knob Control Assign” to “zone”.

Scegliere il modo Song.

Usare il modo EDIT per impostare le quattro Zone del programma Master. Usare i pulsanti PART SELECT per scegliere la Zona che si desidera modificare.

Impostare le Zone del Master nel seguente modo:

·         Per le Part del Mixing utilizzate (ad esempio 1 – 4) attivare l’IntSwitch = Zone in F1 Transmit ed impostarle sui Transmit Channel 1 – 4

·         Disattivare l’IntSwitch per le Part del Mixing non utilizzate (ad esempio 5 – 8).

·         Memorizzare il programma Master.

Usando il modo Master è come controllare il modo Mixing del MOTIF XS con una tastiera esterna che trasmette su più canali MIDI. Ed ora le Part possono essere controllate con gli Slider.

 

MOTIF ES: Controllare la Rotary Speed (Leslie) con un pedale o un interruttore a pedale

Domanda

Com’è possibile utilizzare un pedale o un interruttore a pedale per controllare la velocità del Rotary Speed (Leslie)?

Risposta

È meglio usare un interruttore a pedale con la funzione latch (i pedali di sustain sono comunemente “unlatched”). Collegare l’interruttore a pedale all’ingresso “Foot Switch Assignable”.

Tuttavia è sicuramente possibile usare un pedale tipo sustain per cambiare la Rotary Speed (velocità del rotore – ndt) – ma bisognerà tenerlo premuto per tutto il tempo necessario in cui si desidera avere la rotazione veloce.

Per il modo Voice l’interruttore a pedale può essere indirizzato globalmente su “01 Modulation Wheel” usando il parametro “Foot Switch Control” in “UTILITY – F3 Voice – SF3 Control”. Dal momento che la gran parte delle Voices di organo sono state programmate per usare la Modulation Wheel per controllare la Rotary Speed, l’interruttore a pedale imposterà la Speed (rotazione – ndt) su veloce.

In modo Performance tale impostazione deve essere effettuata per ogni singola Performance.

EDIT - COMMON EDIT - F3 Ctrl Asgn – Foot Switch Control = 01 Modulation Wheel

Invece di usare un interruttore a pedale si può usare un controllo di espressione a pedale come lo Yamaha FC7. Questo pedale può essere usato anche come un pedale di espressione o per altri scopi come controllare la Filter Cutoff (frequenza di taglio del filtro – ndt).

Il Foot Controller (controller a pedale – ndt) è collegato all’ingresso FOOT CONTROLLER 2 e può essere reindirizzato su “01 Modulation Wheel” usando il parametro “Foot Controller 2 = 004” in “UTILITY – F3 Voice – SF3 Control”. Come detto sopra, questo si applica solo globalmente per il modo Voice.

 

MOTIF XF, XS: Attivare/disattivare l’ARP con un interruttore a pedale

Domanda

È possibile usare un interruttore a pedale per attivare/disattivare l’Arpeggiatore?

Risposta

Si, naturalmente. Usare le seguenti impostazioni:

UTILITY - F3 VOICE - SF3 Foot Switch Control No. - 096 ARP Switch

Utilizzare un pedale di sustain che è collegato all’ingresso FOOT SWITCH – ASSIGNABLE.

Questa impostazione globale si applica solo al modo Voice. Per tutti gli altri modi bisogna impostarlo individualmente per ogni Performance/Mixing:

EDIT - COMMON - F3 Ctrl Asgn - Foot Switch Control No. - 096 ARP Switch

 

MOTIF XS: Importare Performance MOTIF XS nel MOTIF-RACK XS

Domanda

È possibile importare le Performance del MOTIF XS in MOTIF-RACK XS?

Risposta

Si. Per prima cosa bisogna convertire la Performance di MOTIF XS in un Song Mixing usando il MIXING Job F3 COPY - SF3 PERF. Successivamente memorizzare il Mixing con STORE ed eseguire il MIXING Job F4 Bulk Dump. Impostare il MOTIF-RACK XS (collegato via MIDI a MOTIF XS) in modo Multi in modo che possa ricevere il Mixing inviato da MOTIF XS.

Successivamente memorizzare il Mixing ricevuto con un nome proprio nella memoria del RACK, dal momento che viene mantenuto in un edit buffer di memoria temporaneo.

 

MOTIF XF, XS: Le Voices che usano campioni vengono perduti dopo lo spegimento?

Domanda

Come viene descritto nel manuale è possibile di memorizzare in una determinata locazione le Voice che fanno uso dei campioni. Questo funziona molto bene. Ma non appena Motif XS viene spento, i suoni non sono più presenti alle loro locazioni di memoria assegnate, anche se il nome delle Voice viene visualizzato sul display.

Risposta

Motif XF e XS per i campioni fanno uso di una memoria DIMM “volatile” (a meno che il primo non sia dotato di FlashRAM). È quindi di fondamentale importanza caricare nuovamente i campioni non appena lo strumento viene acceso. Le impostazioni delle Voice sono ancora presenti, mancano solo i campioni.

Bisogna quindi salvare gli User Voice Bank come un “all-File”. Questo file può essere definito nel modo UTILITY come file AUTOLOAD, il quale viene poi caricato automaticamente ogni volta che Motif XS viene acceso.

 

MOTIF XF, XS, MOTIF ES: Utilizzare l’Assignable Output come una seconda uscita stereo

Domanda

È possibile utilizzare le Assignable Output (uscite assegnabili – ndt) in aggiunta alle uscite principali (L & R), così da ottenere due segnali stereofonici in uscita?

Risposta

Si, basta semplicemente assegnare le Par desiderate di una Performance, Song o Pattern alla Assignable Out corrispondente. Si può scegliere tra L&R, asL&R, asL, asR.

Nel Motif ES

Perform-Mode → Edit → scegliere la Part → F2 “OUTPUT” → SF3 “SELECT” → scegliere in “OutputSel”

Song/Pattern-Mode → Mixing → Edit → scegliere la Part → F2 „OUTPUT“ → SF3 “SELECT” → scegliere in “OutputSel”

Nel Motif XF/XS

Perform-Mode → Edit → select Part → F1 “VOICE” → SF2 “OUTPUT” → scegliere in “OUTPUT SELECT”

Song-/Pattern-Mode → Mixing → Edit → select Part → F1 “VOICE” → SF2 “OUTPUT” → scegliere in “OUTPUT SELECT“

 

MOTIF-RACK XS: Backup prima dell’aggiornamento del sistema operativo

Domanda

Come si può effettuare il backup dei dati contenuti nella memoria di un MOTIF-RACK XS? Si desidera aggiornarlo all’ultimo sistema operativo.

Risposta

La risposta alla domanda dipende da quali modifiche sono state apportate alle impostazioni di fabbrica. Queste sono certamente recuperabili tramite un Factory Set (UTILITY).

Se sono state modificate le User Voice, si possono mettere completamente al sicuro con il software di Editor (tipo di sincronizzazione “Voice”).

Le Multi tuttavia devono essere caricate separatamente con il software di Editor (tipo di sincronizzazione “Current”).

In aggiunta, si dovrebbero – sempre con il software di Editor – salvare i dati globali (global data – ndr).

Tra l’altro: la copia di sicurezza dei dati dovrebbe essere effettuata non solo prima di un aggiornamento, bensì a cadenza regolare.

Assicurarsi che durante la sincronizzazione, la direzione della trasmissione sia impostata su MOTIF-RACK XS> PC. Altrimenti si rischia che i dati vengano sovrascritti prima di essere salvati.

 

MOTIF-RACK ES: Sys-Ex per impostare il tipo e la velocità dell’arpeggio

Domanda

Vorrei selezionare tramite Sys-Ex l’ARP-Type N°519 (DrPc SpanishG) ed impostare l’ARP-Tempo su 120BPM. Come si può fare?

Risposta

Dopo i messaggi di Sys-Ex con MSB e LSB, due data byte seguono l’address (ad esempio 36 00 14). Mentre per il Banl Select servono due messaggi (MSB+LSB) Così non come per il Bank Select, invece i data byte 1 e 2 sono il MSB + LSB all’interno del messaggio di Sys-Ex. I valori ricercati, seppure non documentati, possono essere trovati abbastanza velocemente.

Il secondo data byte viene utilizzato normalmente per passare ad una gamma superiore di valori. Spesso questi valori più elevati non sono necessari, cosicché il secondo data byte può essere lasciato pari a 0 (vedasi l’esempio Tempo di seguito).

 

Selezionare l’ARP-Typ No. 519 (DrPc SpanishG) = F0 43 10 7F 00 36 00 14 OD 27 F7

Dal momento che questo tipo di Arpeggio è piuttosto avanti nella lista, per il primo byte viene usato un valore elevato (0D). Questo è l’ultimo “valute group” (gruppo di valore – ndt) All’interno del gruppo di valore 0D il valore 27 infine richiama l’Arpeggio desiderato.

Com’è stato possibile determinare questi valori? Semplicemente provando. Bisogna solo controllare quali Arpeggi vengono richiamati con 00, 01 ecc. Quando si raggiunge l’area generale con il primo data byte (MSB), la regolazione fine viene effettuta con il secondo data byte (LSB).

Naturalmente bisogna inviare sempre il messaggio di Sys-Ex dopo averlo modificato e poi controllare il display per vedere quale valore del parametro è stato effettivamente impostato.

 

Impostare l’ARP-Tempo a 120 = F0 43 10 7F 00 36 00 28 00 78 F7

In questo caso la programmazione è molto più semplice. Il primo data byte può essere lasciato pari a 0, è necessario impostarlo a 01 per valori di velocità più elevati.

Mentre si sta cercando di trovare valori dei data byte, varrebbe la pena di passare temporaneamente alla visualizzazione decimale (se il sequencer utilizzato lo consente). In questo caso la visualizzazione decimale corrisponde esattamente al valore del tempo metronomico.

 

MOTIF-RACK XS: Voices in Multi che suonano come in modo Voice

Domanda

Com’è possibile fare in modo che in un Multi le Voice suonino esattamente come in modo Voice?

Risposta

In modo Multi è possibile garantire una riproduzione fedele del suono di una Voice attivando la seguente funzione:

Part Common - General - Parm. with Voice

Con questa funzione attivata, tutte le impostazioni di una Voice, anche i parametri dell’Arpeggio vengono adottati dalla Part del Multi, ogniqualvolta si seleziona un’altra Voice.

Se tale funzione non è attiva, i Common Settings (impostazioni comuni – ndt) della Part del Multi – alla fine adottati da una Voice selezionata in precedenza – rimangono attivi.

In ogni caso le mandate per il Chorus ed il Reverb devono essere impostate manualmente.

Un suono diverso può dipendere anche dalle differenti impostazioni dei System Effects del Multi, che vengono utilizzate per tutte le Part. Se ad esempio la Voice usa un effetto di Delay come CHORUS, esso dovrebbe essere impostato anche nel Multi, se si desidera che la Voice suoni esattamente allo stesso modo (del modo Voice  ndr). Tuttavia questo effetto di Delay verrà applicato anche alle altre Part del Multi.

 

MOTIF XF, XS: Copiare Performance nei Mixing

Domanda

Come si può copiare una Performance all’interno di una Song o di un Pattern Mixing?

Risposta

È possibile assegnare le Performance alle Song o Pattern Mixing in modo indiretto tramite il Job “Performance Copy”. Le parti della Performance vengono copiate nelle Part 1-4 del Mixing, se lo si desidera comprese le loro impostazioni per gli Effect, l’Arpeggio, EQ. Le suddette Part copiate vengono posizionate nel Mixing ed associate al canale MIDI 1 (Receive Channel = 1) così da poter essere suonate come se fossero una Performance.

Per le Part che sono state copiate il Receive Channel individuale può essere impostato nel seguente menu:

MIXING - EDIT - PART - VOICE – Receive Channel

Questo consente anche il controllo separato delle Part tramite gli slider e knob.

Di seguito i passi per copiare una Performance in un Song Mixing:

·         SONG – MIXING – JOB – F3 Copy – SF3 Performance

·         Scegliere la Performance desiderata e, se necessario, attivare le opzioni Reverb, Chorus ecc.

·         Confermare con ENTER + YES

Per impostazione predefinita, le Part della Performance vengono copiate sulle Mixing Part 1 – 4. Con il parametro “Current Mix Part” è possibile scegliere alternativamente le Mixing Part 5 – 8, 9 – 12 o 13 – 16 come Part destinazione dell’operazione di copia.

 

MOTIF-RACK XS: Controllare gli Arpeggi tramite Sys-Ex

Domanda

Desidero usare eventi di Sys-Ex per attivare/disattivare gli Arpeggi per le Part del Multi. Desidero anche selezionare ARP1- ARP5 tramite eventi di Sys-Ex.

Risposta

La seguente stringa di SysEx può essere usata per attivare/disattivare gli Arpeggi per le Part del Multi:

F0 43 10 7F 03 38 pp 00 VAL F7

“pp” corrisponde al numero della Part, “VAL” al data byte, il valore da regolare.

Due esempi:

 

F0 43 10 7F 03 38 00 00 00 F7 = Part 1 off

F0 43 10 7F 03 38 00 00 7F F7 = Part 1 on

 

F0 43 10 7F 03 38 01 00 00 F7 = Part 2 off

F0 43 10 7F 03 38 01 00 7F F7 = Part 2 on

 

La selezione di ARP 1 – 5 può essere effettuata con le seguenti stringhe di Sys-Ex:

F0 43 10 7F 03 36 30 00 00 F7 = ARP1

F0 43 10 7F 03 36 30 00 01 F7 = ARP2

F0 43 10 7F 03 36 30 00 02 F7 = ARP3

F0 43 10 7F 03 36 30 00 03 F7 = ARP4

F0 43 10 7F 03 36 30 00 04 F7 = ARP5

 

Tra le altre cose, la selezione dell’ARP 1 – 5 può essere fatta anche tramite il Control #85.

Per l’ARP Switch ON/OFF c’è anche un numero di Controller dedicato (#090), però questo controller funziona in modo globale sull’Arpeggiatore, non individualmente sulle Part del Multi.

 

MOTIF XF, XS: Caricare e riprodurre un campione vocale

Domanda

Ho caricato un campione vocale (una traccia completa) come file .WAV nel Motif XS e l’ho associato alla nota C3. Ora vorrei evitare di dover tenere premuto il tasto per tutta la durata della traccia. C’è una funzione tipo “trigger” o “hold” che consenta di premere il tasto solo una volta?

Risposta

Bisogna scegliere un Drum Kit, andrà bene uno qualsiasi. Lì, aggiungere il campione in qualità di User Waveform (forma d'onda utente) sul tasto desiderato come uno strumento a percussione. Dal momento che per i Drum Kit è disponibile un’impostazione HOLD, il campione verrà riprodotto fino alla fine, anche se il tasto viene suonato piuttosto brevemente.

Ecco i passaggi:

·         VOICE - USER DR - A1 (oppure un'altra Drum Voice)

·         EDIT – selezionare l’Element 1

·         Scegliere un tasto (ad esempio C1)

·         F1 – Oscillator

·         Wave Bank = USR

·         Wave Number = impostare il numero della User Waveform che contiene il campione vocale

·         F4 Amplitude = level 127, Decay 2 = hold

 

MOTIF XF, XS: Applicare ai Pattern le impostazioni della Voice e dell’Arpeggio

Domanda

Com’è possibile utilizzare in un Pattern una Preset Volice con tutte le suone impostazioni, compreso l’Arpeggio?

Risposta

Lo si può fare in modo Performance, Song e Pattern Mixing attivando il parametro “Param withh Voice”.

Di seguito i passaggi per il modo Song:

Song / Pattern → Mixing → Edit → selezionare la Part relativa → F1 “VOICE” → SF1 „VOICE“→ impostare “Param. with Voice” su ON → selezionare la Voice

(vedere manuale alla pag. 151)

 

MOTIF XF, XS: Rumore di fondo dall’ingresso A/D

Domanda

Si sente chiaramente del rumore durante l’uso del microfono inserito nell’ingresso A/D del Motif XS

Risposta

Assicurarsi che il livello di ingresso sia impostato su “Mic” (Utility → F2 - (I/O) → Mic). È consigliabile anche usare un cavo sbilanciato (jack mono).

 

Cubase AI/Editor VST per MOTIF XS: Registrare i cambi di parametro nelle automation tracks (tracce di automazione – ndt)

Domanda

Ho una domanda riguardante il nuovo VST Editor insieme a Cubase AI. È possibile registrare su varie tracce di automazione molteplici modifiche dei parametri effettuate tramite l’Editor? Se è così, si possono modificare separatamente in un secondo momento?

Risposta

Si, è possibile registrare i parametri di XS su più tracce di automazione e modificarle separatamente in un secondo momento. Tuttavia, non è possibile per Cubase visualizzare simultaneamente tutte le tracce di automazione.

 

MOTIF XF, XS, MOTIF ES, MO, S90 ES: Usare la porta USB come fonte di energia

Domanda

È un problema se “approfitto” della mia S90ES e collego ad essa una tastiera MIDI, alimentabile dalla porta USB? Vorrei usare una seconda tastiera ma vorrei evitare di collegare un secondo alimentatore. È possibile che l’alimentazione interna della S90ES si danneggi quando viene utilizzata la porta USB per alimentare un altro strumento? È possibile connettere una lampadina alla porta USB?

Risposta

Funzona. Faccio uso spesso della CME che è alimentata dalla porta USB del MOtif XS. Anche una lampadina USB può essere collegata senza alcun problema. Le cosiddette lampadine per computer portatili si trovano in quasi tutti i negozi che vendono computer. Ma fare attenzione quando si usa la porta USB-to-device, perché non è adatta a questo scopo.

 

MOTIF XF, XS: Integrare in una compilation esistente la Voice S700 Piano

Domanda

Come è possibile aggiungere ad una compilation di Voice esistenti la Voice S700 Piano pervenuta con la European Loyalty Program - Version 2?

Risposta

Nel Motif XS da un file tipo “ALL” è possibile caricare singoli User Voice Bank (banchi di Voice utente – ndt) in un User Voice Bank.

Con i passi che seguono è possibile aggiungere il Loyalty Voice Bank alla propria compilation di Voice (già caricata):

·         FILE - impostare Type su “voice”

·         Dir = selezionare il file “EuropeanLoyaltyV2” e premere ENTER per aprire la lista delle Voice

·         Scegliere il banco di destinazione desiderato USR1, USR2, o USR3 (o USR4 per Motif XF – ndr) nella parte bassa dello schermo (Bank) verso il quale il Loyalty Voice Bank dovrebbe essere caricato

·         Impostare “All” come numero della Voice (questo valore viene dopo il numero 128!)

·         SF2 - premere LOAD e YES. Ora il Loyalty Voice Bank viene caricato nel banco di destinazione selezionato, comprese le sue User Waveform + Sample.

Le nuove Voice adesso si trovano nell’User Voice Bank che è stato scelto in precedenza. Da qui possono essere copiate in altre locazioni di memoria in un qualsiasi User Voice Bank.

È anche possibile caricare singole User Voice dal file “EuropeanLoyaltyV2”. Tuttavia non lo si consiglia, perché caricare più Voice che fanno uso delle stesse Waveform porta ad una loro duplicazione, il che poi porta ad un inutile spreco della memoria per i sample.

 

MOTIF XF, XS: Memorizzare Pattern e Song

Domanda

Se si crea una Song o un Pattern, bisogna salvarle prima sullo strumento e poi su una chiavetta USB, perché altrimenti i dati verrebbero persi allo spegnimento?

Risposta

I Pattern e le Song rimangono in memoria, anche quando lo strumento viene spento. Essi vengono sovrascritti se viene caricato un file tipo “ALL”, tipo “ALL-Song” o “ALL-Pattern” oppure viene eseguito un Factory Set.

Solo le User Waveform (Sample) vengono perduti allo spegnimento dello strumento.

Nel caso di Motif XF è possibile salvare le User Waveform nella FlashRAM e queste verranno ritrovate all’accensione successiva.

Tuttavia, si raccomanda vivamente di fare una copia di sicurezza delle proprie Song e Pattern con un file tipo ALL su un dispositivo di memorizzazione USB (hard disk o chiavetta).

 

MOTIF XF, XS: Accensione senza Factory Set

Domanda

Quando accendo Motif XS-XF, inizia automaticamente un Factory Set e tutti i miei dati salvati se ne vanno. È per caso dovuto all’ultimo aggiornamento del sistema operativo installato di recente?

Risposta

Se si esegue un Factory Set con l’UTILITY JOB, è disponibile l’opzione “Auto Power On Factory Set”. Bisogna disabilitarla.

Ma è anche possibile caricare automaticamente un banco suoni, che è salvato in un dispositivo USB connesso all’apposita porta del Motif XS/XF, dopo che il Factory Set è stato eseguito.

In altre parole:

Per il Factory Set basta semplicemente premere “ENTER” nel modo Utility Job.

Se è necessario resettare lo strumento ogni volta che viene acceso, selezionare “POWER ON AUTO FACTORY SET”.

Altrimenti – per le normali condizioni – rimuovere il segno di spunta da questa opzione.

 

MOTIF XF, XS: Usare gli effetti del Motif per le tracce di Cubase

Domanda

Si possono usare gli effetti di MOTIF XF/XS per le tracce di Cubase, facendo uso di una connessione mLAN esistente?

Risposta

MASTER Effect, MASTER EQ ed i System Effect (Chorus, Reverb) possono essere usati in tempo reale tramite mLAN, ma non gli Inser Effect dal momento che la Part mLAN non ha un punto di Insert.

La procedura:

·         Indirizzare una traccia audio esistente sulle Port 3 / 4 della mLAN. Forse, per prima cosa dall’interno delle VST Connections (outputs) in Cubase bisognerà aggiungere un Bus (Stereo 2). Questa traccia viene inviata al MOTIF XF/XS

·         Utilizzare in Cubase (o Logic) un’altra traccia per registrare il segnale che ritorna dal MOTIF XF/XS attraverso la Port 1 / 2 (Stereo) della mLAN

·         Per questo scopo è meglio usare il modo Voice del MOTIF XF/XS. Impostare i valori di Chorus e Reverb della Voice come si desidera.

·         In UTILITY - I/O - mLAN Monitor Setup attivare il parametro “with PC (Direct Monitor)”.

·         Anche il MASTER Effect viene impostato in UTILITY (F3 Voice).

·         Reverb Send e Chorus Send vengono impostate in UTILITY - F4 Voice Audio - mLAN.

Gli Insert Effect si possono comunque usare con questa soluzione:

·         Registrare la traccia di Cubase o Logic utilizzando l’INTEGRATED SAMPLING (InputSource mLAN) dall’interno del modo Voice di MOTIF XF/XS. Ancora, Cubase o Logic devono essere impostati per inviare il segnare tramite le porte 3 / 4 della mLAN. Poi dopo che gli Insert Effect sono stati impostati come si desidera, riprodurre il sample e ri-registrarlo in Cubase.

 

MOTIF XF, XS: Collegare un Hard Disk al MOTIF

Domanda

È possibile collegare un Hard Disk a MOTIF XF/XS oppure installarne uno al suo interno? Non è comodo usare le chiavette USB. Bisogna necessariamente ricaricare i dati all’accensione quando si usano Pattern e Sample?

Risposta

Naturalmente si possono collegare hard disk USB alla porta USB-to-device. Non deve essere necessariamente una chiavetta, per esempio ci sono hard disk USB esterni estremamente piccoli, con capacità superiori ai 100GB.

Pattern e Song non vanno perduti quando si spegne lo strumento. Tuttavia vanno perduti quando si sovrascrive la memoria con il contenuto di un file tipo “ALL”, “ALL-Song” o “ALL-Pattern” oppure eseguendo un Factory Set.

Solo le User Waveform (sample) vanno perduti allo spegnimento.

Tuttavia, si raccomanda vivamente di fare una copia di sicurezza delle proprie Song e Pattern con un file tipo ALL su un dispositivo di memorizzazione USB (hard disk o chiavetta).

MOTIF XF/XS è equipaggiato anche con una funzione “AUTOLOAD”. Usando tale funzione, tutti i dati importanti vengono automaticamente caricati dal dispositivo di memorizzazione USB ogni volta che il MOTIF viene acceso.

Vedere il manuale utente:

·         Pag. 262, sezione “Impostare il display di default all’accensione—[SF4] Auto Load”

·         Pag. 263, sezione “Specificare l’Auto Load File [SF4] [SF5] Select”

È lo stesso come se il MOTIF iniziasse con file da un hard disk interno..., solo che bisogna collegare l'unità al dispositivo alla porta USB-to-device poco prima di accendere MOTIF.

In realtà, non importa se il dispositivo di memorizzazione è incorporato nello strumento o meno (come un dispositivo mobile esterno). È importante poter gestire la propria base dati e si possano mettere al sicuro i propri dati creati con lo strumento.

 

Piccola annotazione:

·         Salvataggio = salvare i dati all’interno del MOTIF

·         Protezione = memorizzare i dati su dispositivi esterni (memoria USB)

 

MOTIF XF, XS: Registrazione di un Pattern in pochi passi

Domanda

È possibile spiegare in pochi passi come viene effettuata la registrazione di un Pattern?

Risposta

Il modo più facile è quello di usare la funzione “Performance Recording”

·         Scegliere una Performance

·         Premere il pulsante “Record”

·         Selezionare il Pattern (1 – 64) che si desidera usare nella seguente schermata

·         Selezionare la “SECTION” (da A a P)

·         Impostare il numero delle misure proposte in “SECTIONS LENGHT”

·         Selezionare con “KEY ON START SWITCH” se la registrazione debba iniziare con il “quattro fuori” oppure immediatamente dopo aver premuto la prima nota sulla tastiera

·         Iniziare la registrazione, finalmente.

La registrazione terminerà automaticamente dopo il numero di battute scelte. Inoltre, tutti i parametri delle Performance vengono copiati nel Pattern, dove poi si possono aggiungere più Track / Part.

 

MOTIF XF, XS: Usare Performance e Voice nei programmi Master

Domanda

Com’è possibile inserire in modo Master le Performance e Voice che ho programmato? Uso principalmente MOTIF XS per concerti dal vivo e sarebbe bello se potessi salvare i suoni in modo Master, indipendentemente dalle Voice e Performance attualmente caricate.

Risposta

Per memorizzare una Performance o una Voice in una delle 128 locazioni del modo Master bisogna entrare nel modo Master (naturalmente…), poi selezionare un programma Master da modificare e premere Edit - Common Edit.

Nel display “Other” è possibile scegliere se si desidera usare una Voice / Performance / Song o Pattern.

Per modificare il Master in maggiore dettaglio premere uno dei pulsanti Part Select 1-8 corrispondenti alle diverse zone.

Tuttavia, i programmi Master memorizzano le attinenze alle Voices, le Performance, le Song o i Pattern esistenti (attualmente presenti nei banchi PRE-USR – ndr). Questi devono essere disponibili nei loro appropriati modi.

 

MOTIF XF, XS: Live con il modo Song e Pattern

Domanda

Ho letto che molti possessori di MOTIF usano il modo Pattern o Song per il live (esecuzioni dal vivo – ndt). È possibile trasportare in questo modo le Voice e Performance, così da avere tutti i suoni in un solo Bank?

Risposta

Per trasferire Performance o Voice direttamente in un Mixing (Pattern o Song Mixing) bisogna entrare nel modo Mixing.

In modo Mixing si può utilizzare il JOB “Copy Voice” (F3 / SF2) oppure “Copy Performance” (F3 / SF3).

Se si desidera copiare anche i parametri di una Performance, si può usare “Current Mix Part” per scegliere le Part destinazione nel Mixing. L’impostazione standard è “1 – 4”.

Per copiare i parametri globali della Performance (Effetti, EQ, Audio) è importante che i corrispondenti segni di spunta siano stati apposti.

Si possono copiare in un altro modo nel Mixing i parametri della Voice (comprese le impostazioni dell’Arpeggio). Entrare nel Mixing e scegliere la Part nella quale si desidera copiare una determinata Voice. Poi premere il pulsante EDIT ed impostare “Param. with Voice” su “ON”.

Ora, ogniqualvolta si seleziona una Voice, i parametri di questa Voice vengono copiati nel Mixing. Le eventuali modifiche nel Mixing vanno sempre memorizzate tramite “Store”.

Inoltre, prima di spegnere lo strumento, si dovrebbe fare una copia di sicurezza dei propri dati su una chiavetta USB in un file formato “ALL” o “ALL SONG”.

Le impostazioni delle Song e dei Mixing rimarranno memorizzate nel MOTIF; anche se questo viene spento. Tuttavia tali dati verranno sovrascritti quando si caricano altri file oppure si esegue un Factory Set. E coloro i quali tengono veramente alla sicurezza dei propri dati, dovrebbero copiarli almeno una volta al giorno (o in seguito ad importanti modifiche dei contenuti – ndr) dalla chiavetta USB al disco fisso del computer. E si dovrebbe prendere in considerazione di caricarli pure su un server esterno, perché anche gli hard disk si possono danneggiare.

 

MOTIF XF, XS: Caricare singole Performance dà come risultato un messaggio di errore

Domanda

Ho acquistato ed effettuato il download del banco suoni “Stage & Studio”.

Ho caricato completamente le Voice nel banco USER 2. Se ora, ad esempio, voglio spostare una Performance nel banco USER 3 appare il seguente messaggio di errore “This Performance uses User Voices” (Questa Performance fa uso di User Voice – ndt). Che cosa significa?

Risposta

È del tutto normale. Il messaggio di errore viene mostrato solamente per indicare che la Performance caricata contiene User Voice e che potrà funzionare solo se le User Voice corrispondenti sono disponibili.

SI può tranquillamente ignorare questo messaggio di avvertimento premento EXIT. La Performance viene caricata ugualmente.

Ma siccome il banco “Stage & Studio” è stato caricato in USER 2, è necessario fare una piccola correzione nelle Part della Performance:

EDIT - F1 Voice - SF1 Voice - Bank = USR 2 (invece di USR1)

Altrimenti le Performance faranno uso delle Voice dell’User Bank 1, che nulla hanno a che fare con il banco di suoni “Stage & Studio”.

 

MOTIF XF, XS: Attivare/disattivare l’Arpeggiatore tramite messaggi di Sys-Ex

Domanda

È possibile attivare/disattivare l’Arpeggiatore del MOTIF XS attraverso messaggi esclusivi di sistema?

Risposta

Certamente, lo si può fare con le seguenti stringhe di Sys-Ex:

·         Modo VOICE

            F0 43 10 7F 03 40 30 0D VAL F7

            VAL = 00 o 01 per on/off

·         Modo PERFORMANCE

            F0 43 10 7F 03 30 30 03 VAL F7

            VAL = 00 o 01 per on/off

·         Modo Mixing PATTERN/SONG MULTI PART (Song, Pattern)

            F0 43 10 7F 03 38 pp 00 VAL F7

            VAL= 00 oppure 01 per on/off, pp=Part Number, 00-0F, Part 1-16, Normal, Drum, Sample

·         COMMON EDIT (Song, Pattern)

            F0 43 10 7F 03 36 30 03 VAL F7

            VAL = 00 o 01 per on/off

 

 

MOTIF XF, XS: Caricare single User Voice o Voice Bank

Domanda

Com’è possibile caricare singole Voice o User Voice Bank compresi le loro User Waveform e Sample nel MOTIF XS?

Risposta

Tramite il Fyle Type “Voice” è possibile caricare User Voice da un file “ALL” o “ALL VOICE” in una qualsiasi locazione di memoria di un User Voice Bank.

Nel File Display (schermata del modo File – ndt) usare i pulsanti cursore (sù/giù) per muoversi tra la selezione dell’apparecchio, la lista visualizzata (“Dir”), la scelta del Type e possibilmente la scelta della posizione di destinazione. La selezione dei file viene effettuata tramite DEC / INC o il dial (controllo rotativo – ndt).

Seguire questi passaggi:

·         FILE - Type Voice

·         Dir = Selezionare il file desiderato e premere ENTER per aprire la Voice List. Per essere precisi verrà visualizzata la Voice List del banco USER 1. Si possono usare i pulsanti USER 1, USER 2 e USER 3 (e USER 4 per il solo MOTIF XF – ndr) per passare da un banco all’altro.

·         Nella Voice List, scegliere la Voice da caricare

·         Nella parte inferiore del display (Bank) è possibile selezionare il banco di destinazione USR1, USR2 o USR3 (o USER 4 per il solo MOTIF XF – ndr)

·         Scegliere il numero della Voice che rappresenta la locazione di memoria destinazione

·         Premere SF2 LOAD e YES

 

Si possono caricare singoli User Voice Bank da un file “ALL” in un User Voice Bank.

Seguire questi passaggi:

·         FILE - Type Voice

·         Dir = Selezionare il file desiderato e premere ENTER per aprire la Voice List.

·         Usare i pulsanti USER 1, USER 2 e USER 3 (e USER 4 per il solo MOTIF XF – ndr) per scegliere il Bank che dovrebbe essere caricato. Sul display apparirà ogni Voice List

·         Nella parte inferiore del display (Bank) è possibile selezionare il banco di destinazione USR1, USR2 o USR3 (o USER 4 per il solo MOTIF XF – ndr)

·         Scegliere “All” come numero della Voice (questo valore viene dopo il numero 128!)

·         Premere SF2 LOAD e YES

 

MOTIF XF, XS: Caricare le Voice di Piano S700

Domanda

Quali sono i passaggi per aggiungere le Voice di pianoforte S700, provenienti dagli European Loyalty Programs, in una compilation esistente di Voice?

Risposta

Nel MOTIF XS si possono caricare Voice Bank singoli (128 Voice) fa un file “ALL” in un User Voice Bank. Le Voice di pianoforte S700 sono memorizzate nel Bank USER 2.

Per aggiungere in un file già aperto le Voice di Piano sono necessari i seguenti passaggi:

1.     FILE - Type Voice

2.     Dir = evidenziare il file “LoyaltyS700.X0A” e premere ENTER per aprire la lista delle Voice

3.     Premere il pulsante USER2 (non sullo schermo!) per selezionare il Bank che dovrebbe essere caricato. Poi viene visualizzata la lista di questo Bank. Inizia con “002: Ballad Stack S700”. La Voice 001 si trova alla fine della lista. Poiché tuttavia bisogna caricare il Bank intero, questo è del tutto irrilevante.

4.     Selezionare nella parte inferiore del display il Bank di destinazione USER 1, USER 2 o USER 3 (oppure USER 4 per il solo MOTIF XF – ndr)dove verranno caricate le Voice di pianoforte

5.     Impostare “All” come Voice Number (questo valore viene dopo il 128!)

6.     Premere SF2 LOAD e YES. Le Voice di pianoforte vengono caricate nel Bank di destinazione, compresi le loro Waveform e Sample.

7.     Ora le Voices di pianoforte sono memorizzate nello User Voice Bank che è stato deciso nel terzo passaggio, da qui si possono copiare singole Voice in altre posizioni di memoria di altri User Voice Bank.

È anche possibile caricare direttamente, tramite passaggi simili, singole User Voice dal file “LoyaltyS700.X0A”. Tuttavia, caricando più Voice che utilizzano le medesime Waveform, verranno duplicati anche i Samples.

 

MOTIF XF, XS: Copiare Performance nelle Song o Pattern Mixing

Domanda

È possibile utilizzare intere Performance nelle Song o nei Pattern?

Risposta

Una Performance può essere assegnata indirettamente alle Part di una Song o di un Pattern Mix facendo uso del Job “Performance Copy”. Tramite questa operazione, le Part della Performance vengono copiate nelle Part del Mix 1 – 4, se si desidera con le loro impostazioni degli effetti, Arpeggi ed EQ. Le Part del Mixing sono poi assegnate al Receive Channel 1 (canale di ricezione MIDI 1 – ndt) tanto da poter essere suonate come se fossero ancora in una Performance.

Naturalmente, viene data possibilità di riassegnare i Receive Channel con questi passaggi: MIXING - EDIT - PART - VOICE - Receive Channel.

Questo consente un controllo separato di ogni Part tramite slider e knob.

Di seguito i passaggi per copiare una Performance in un Song-Mixing:

·         SONG → MIXING → JOB → F3 Copy → SF3 Performance

·         Poi selezionare la Performance voluta e attivare le opzioni Reverb, Chorus ecc. – se si desidera

·         Confermare con ENTER + YES

 

Per impostazione predefinita, le Part della Performance vengono copiate nelle Part 1 – 4 del Mix. Con il parametro “Current Mix Part” del JOB descritto in precedenza, si può alternativamente decidere quali Part del Mix 5 - 8, 9 - 12, o 13 - 16 diventeranno Part di destinazione. Grazie a questa funzione, più Performance possono essere copiati in un Song-Mixing. Tuttavia, ci sono delle limitazioni per quanto riguarda gli effetti (fino a 8 Part con Insert Effect, System Effect come Reverb e Chorus sono comuni a tutte le Part con livelli di mandata regolabile).

 

MOTIF XF, XS: Interruzione durante la riproduzione di Pattern

Domanda

Quando vengono riprodotti i Pattern talvolta avviene una breve interruzione o ritardo, Perché?

Risposta

Tale fenomeno può avvenire se le Phrases dei Pattern contengono degli eventi di Program Change.

Gli eventi di Program Change sono degli eventi MIDI, all’interno di una traccia MIDI, i quali selezionano una determinata Voice in un determinato momento.

Selezionare la Phrase e premere EDIT per controllare, se c’è un PROGRAM CHANGE tra le note. Cancellarlo se necessario.

Potrebbe essere che questi eventi di Program Change siano stati generati mentre si stava registrando, a causa di un cambio di Voice, senza che ce ne si sia resi conto. Oppure, gli eventi erano contenuti in un file MIDI che sono stati (inavvertitatamente) importati nella Phrase.

 

MOTIF XF, XS: Indirizzare il segnale di click alle uscite assegnabili

Domanda

Com’è possibile riprodurre una Song in modo tale che non abbia il click che esce dalle uscite stereo principali bensì da quelle assegnabili?

Risposta

Il metronomo del sequencer non può essere indirizzato verso una delle uscite assegnabili. Tuttavia, per la Song, si può creare una traccia separata per il click ed indirizzare la appropriata Part del Mixing verso l’uscita assegnabile desdiderata.

In questo modo si possono realizzare anche count-in ed ending.

La procedura è piuttosto semplice:

Song → Mixing → Edit → Selezionare la relativa Part → F1 “Voice”→ SF2 “Output” → Output Select per selezionare l’uscita desiderata (ad esempio as L, oppure as R).

 

Alcuni suggerimenti in merito alle tracce di click:

Al batterista viene dato un segnale tonale di inizio (ping), cosicché senta che la Song è stata fatta partire (dal sequencer del MOTIF – ndr). Seguita da una misura di click (Rim Shot) perché il batterista si allinei al ritmo ed un’altra misura perché venga dato il quatto-fuori al gruppo. Poco prima della fine della song viene inserito una misura di “Ending” nella traccia di click (Closed HH).

A volte è bene avere un segnale tonale per determinate parti della song (ad esempio per dare il segnale d’entrata al cantante). Quando il sequencer è in funzione, non c’è nulla di peggio di sbagliare l’ingresso in battuta.

In alcuni casi, un groove funziona molto bene come riferimento ritmico, perché il batterista non giocherella come con un normale click in 4/4.

 

MOTIF XF, XS: Impostazione dell’escursione del pitch bend

Domanda

Come è possibile aumentare la gamma di escursione della rotella di Pitch Bend?

Risposta

In modo VOICE selezionare EDIT → COMMON EDIT → F1 General → SF2 Play Mode.

La sezione Pitch presenta i parametri PB Range Upper e PB Range Lower.

I valori della gamma di escursione possono essere cambiati per semitoni per un massimo di +/- 24.

Ovviamente, le modifiche devono essere salvate assieme alla Voice con STORE.

In modo Performance o Mixing questi parametri si trovano in EDIT → COMMON EDIT → F1 General → SF4 Other.

 

MOTIF XF, XS, S90XS, S70XS: Errore nel caricamento di Performance singole

Domanda

Ho acquistato alcuni banchi suoni da Easy Sounds. Poiché i nuovi suoni si trovano generalmente in USER 1, volevo caricare l’User Voice Bank 1 ed il Performance Bank 1. Tuttavia se carico il Performance Bank, appare un messaggio che le User Voice sono comprese. A questo punto la procedura di caricamento si interrompe.

Risposta

Nonostante il messaggio di avvertimento, le Performance sono ancora caricate in modo corretto. L'avviso informa soltanto che la Performance utilizza User Voice che sono necessarie per il corretto funzionamento della Performance, perché le Voice stesse non vengono caricate nel processo di carico delle Performance!

 

 

3 commenti:

  1. Harmonic World13 dicembre 2017 15:55
    Salve.
    Spero di non passare per ridicolo...
    Pur avendo letto il manuale in Italiano del mio Motif Rack ES.... in riesco attraverso la tastiera ed il mio patch bay Sipario ala assegnare un canale midi al suono che mi interessa. Puoi spiegarmi in modo semplice come operare? Vorrei salvare sul Motif determinati timbri diversi...ciascuno correlato ed assegnato ad un certo canale midi, in modo tale che attivandolo dal Sipario mi suonino le varie parti che seleziono ed assegno...ti ringrazio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho risposto in forma privata... Sarebbe gradito un segno di vita. Grazie

      Elimina
  2. Ho un problema: non riesco a trovare sul motif xf8 la pagina di filter parameter del midi out. Mi serve semplicemente inviare dal motif xf8 un program change per settare automaticamente tutte le altre tastiere. Non ditemi che non si può fare in Performance mode, please...
    Grazie

    RispondiElimina